capelli rovinati, come risolvere

I capelli rovinati dallo stress – risolviamo il problema

I capelli rovinati possono essere un vero disagio, scopriamo come risolverlo insieme!

In questi due mesi abbiamo dovuto cambiare la nostra quotidianità a causa dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. E’ davvero da pochissimo che è di nuovo possibile andare dal parrucchiere perché sono rimasti chiusi fino al 18 maggio. Se è quindi vero che ora finalmente possiamo farci dai professionisti taglio, piega e trattamenti specifici, è altrettanto vero che per più di due mesi non ci è stato possibile farlo. Sommiamoci lo stress del periodo e facilmente comprenderemo che il risultato è che in testa abbiamo i capelli rovinati.

In che modo il lockdown ha influito sui nostri capelli

Se da un lato le mancate occasioni di uscite mondane hanno portato a una decrescita dell’utilizzo di piastre, arricciacapelli e fissanti. E’ anche vero che, se osserviamo con attenzione la nostra chioma, molto probabilmente noteremo un aumento di doppie punte: a meno che non siamo ricorse al fai da te, e se ancora non siamo riuscite a prendere appuntamento dal nostro parrucchiere, è sicuramente da un po’ che non “spuntiamo” i capelli”.

C’è poi un altro fattore da non trascurare. Aldilà dell’aspetto puramente estetico di messa in piega, tagli e tinte professionali mancate, tutti noi stiamo vivendo una situazione di stress a causa dell’incertezza e delle preoccupazioni che questo momento  e sta portando con sé. Non è una cosa da sottovalutare sotto molteplici punti di vista, ma anche per i nostri capelli. Lo stress psicofisico infatti influisce sul benessere del capello favorendone l’invecchiamento precoce, con il conseguente assottigliamento, perdita di vitalità e luminosità.

Come riconoscere se i capelli sono stressati e invecchiati

Se i tuoi capelli si spezzano con facilità, se hai le doppie punte, se avverti mancanza di luminosità e secchezza allora probabilmente i tuoi capelli sono stressati.

Inoltre se avverti che crescono meno velocemente del solito, se la fibra è più sottile e riscontri una perdita di vitalità nella tua chioma allora i tuoi capelli stanno manifestando i segni del tempo.

La buona notizia è che puoi prenderti cura della tua chioma anche a casa, con la consapevolezza che è molto importante proteggere e rinforzare i capelli a 360°. Come? Te lo spieghiamo subito.

Per prenderti cura dei tuoi capelli è importante agire su tre livelli

Una corretta strategia per prevenire e ritardare l’invecchiamento dei capelli deve agire su tutti i livelli: bulbo, cuoio capelluto e fibra del capello.

Il primo passo per il trattamento di capelli rovinati è la detergenza, che agisce sia sul cuoio capelluto sia sulla fibra. Scegli shampoo con tensioattivi delicati e ricchi di ingredienti idratanti e nutrienti, che oltre a rispettare il capello abbiano un’azione riparatrice.

Dopo lo shampoo è consigliabile l’utilizzo di un balsamo riparatore: oltre a rendere i capelli più luminosi, morbidi e facilmente pettinabili, deve anche proteggere e riparare dai danni causati dal calore del phon e dai ripetuti colpi di spazzola.

La qualità della cuticola è fondamentale per avere capelli belli e resistenti. Cos’è la cuticola? Si tratta dello strato più esterno e quindi anche il più esposto del fusto del capello. Per proteggerlo e preservarne l’integrità usa 1 o 2 volte a settimana trattamenti specifici per riparare e proteggere.

Ma prendersi cura della parte esterna dei capelli non basta: anche il cuoio capelluto ha bisogno di attenzioni specifiche.

Periodicamente, infine, specialmente se i capelli sono secchi, sfibrati o stressati, dedicati del tempo per una maschera ristrutturante per ripararli, migliorarne la morbidezza e la luminosità.